I ragazzi delle scuole medie non

possono più ritornare a casa da soli.

www.corriere.it – 9 ottobre 2017

[download]

Si esce da scuola solo con mamma e papà. Fino a 14 anni. Vietato tornare a casa da soli. Vietato scappare al suono della campanella e farsi due passi con i compagni di classe. A meno che la prof. non veda i volti conosciuti di genitori, nonni, baby sitter e non certifichi, con i documenti d’identità, che sono gli unici autorizzati ad accompagnare gli studenti. Da circa un mese, una circolare scolastica sta facendo preoccupare migliaia di genitori di ragazzini delle scuole medie.

Da Siracusa a Padova, da Roma a Bergamo, decine di presidi hanno comunicato alle famiglie che da quest’anno i quasi adolescenti non potranno uscire da scuola da soli. Se un professore lascia uscire da solo un 12enne, rischia una denuncia per mancato controllo; se un genitore lascia che torni a casa senza di lui, rischia la denuncia per abbandono di minore. Tutto ciò dopo una sentenza della Corte Suprema di Cassazione dello scorso maggio che condannava scuola e MIUR per la morte di uno studente finito sotto lo scuolabus 15 anni fa.

«Capisco il disagio delle famiglie e tutti appoggiamo la ricerca di autonomia dei ragazzi, ma poi arrivano giudici e sentenze a cambiare tutto e per i tribunali la responsabilità di un 13enne è di un genitore, quindi l’insegnante è il suo responsabile». Così Cinzia Giacomobono, preside dell’istituto Parco degli Acquedotti di Roma, ha dato tempo fino al 23 ottobre ai genitori delle medie per organizzarsi, poi i ragazzi saranno consegnati solo ad un adulto con delega e documento d’identità. «Una follia – dice un padre davanti alla scuola -: sono ragazzini che magari devono fare poche centinaia di metri per tornare a casa e invece alle 14 dobbiamo venire per farli uscire, altrimenti la preside chiama la polizia».

I presidi che hanno adottato la circolare non intendono fare passi indietro. «Troppa responsabilità, capiamo le famiglie, ma alla fine siamo noi ad essere chiamati dai giudici», dice Antonietta Iuliano, dirigente dell’istituto Alberico da Rosciate di Bergamo. Un anno fa lei finì al centro delle polemiche proprio per l’obbligo di accompagnamento di tutti gli studenti delle medie. Ma quest’anno, che la circolare è stata adottata da tutte le scuole, ha fatto compilare un modulo con le indicazioni sulla capacità di autonomia dei propri figli: «Saranno poi la dirigenza della scuola e il consiglio di classe a decidere se il ragazzo è in grado di uscire da solo o meno». È un modo, spiega «per affievolire un po’ la nostra responsabilità e aiutare i genitori».

E l’autonomia dei quasi adolescenti? Per il pedagogista Daniele Novara questa «circolare è un’idea balzana dettata dalla paura, dalla mancanza di responsabilità pedagogica e dalla burocratizzazione della scuola». In Italia solo il 30% dei ragazzini torna a casa da solo. Nel resto d’Europa si arriva al 90%. «L’età 11-14 è quella dell’autonomia: così precludiamo ai ragazzi ogni percorso di crescita. Li vogliamo chiudere in casa? Non è protezione, ma solo paura».

Glossario

scappare: fuggire                                                             affievolire: diminuire
circolare scolastica: documento                                       denuncia: notifica, rapporto
balzana: eccentrica, strana, bizzarra                                 presidi: dirigenti, direttori
precludere: impedire, bloccare                                        compilare: riempire, scrivere
sentenza: dichiarazione, decisione                                 MIUR: Ministero Istruzione
delega: autorizzazione

______________________________________________________________________

Domande

  1. Pensi che sia giusto andare a prendere i ragazzi fuori da scuola?
  2. Sei d’accordo con la circolare scolastica del MIUR?
  3. Se tu fossi un/una preside quali precauzioni addotteresti per tutelare i professori e i ragazzi?
  4. Secondo te i professori sono responsabili di quello che succede ai ragazzi nel momento in cui escono dalla scuola?
  5. Quali sono le regole in Australia?
  6. Quando andavi a scuola i tuoi genitori ti portavano a scuola e ti venivano a prendere?
  7. Secondo te bisogna dare maggiore autonomia ai ragazzi o bisogna proteggerli?