Salute e benessere con 3 tazzine di caffè al giorno

[download]

“Bere caffè fa bene o fa male?” è una domanda che spesso occupa i pensieri dei consumatori della bevanda preferita dagli italiani. La risposta all’interrogativo la danno i diversi istituti scientifici che si sono occupati di studiare gli effetti del caffè sul nostro corpo. Il tanto atteso verdetto è questo: il caffè fa bene alla salute, consente di vivere più a lungo e aiuta a mantenere alta la qualità di vita delle persone. Secondo le ultime ricerche, infatti, 3 tazzine di caffè al giorno sarebbero la ricetta perfetta per vivere meglio e più a lungo: l’Agenzia per la ricerca sul Cancro (Agency for Research on Cancer) afferma che anche una sola tazzina al giorno potrebbe portare questo vantaggio.

Il caffè giova alla salute: quali sono i vantaggi più importanti?

L’Agency for Research on Cancer e le università di Cambridge e Harvard con i loro risultati confermano gli effetti positivi della bevanda preferita dagli italiani che da decenni è oggetto di ricerche e studi, tra speranze e leciti dubbi. Secondo queste fonti, l’assunzione giornaliera di caffè abbasserebbe il tasso di mortalità del 12% grazie alle numerosissime sostanze in esso contenute che hanno effetti benefici su cuore, reni e polmoni. Tra le malattie e i disturbi che è possibile evitare bevendo circa 3 tazzine di caffè al giorno troviamo infarto, diabete, tumore e ictus. Quali sono le sostanze responsabili di tutto ciò? Il ruolo chiave è ricoperto principalmente dai polifenoli, forti antiossidanti naturali. Secondo alcune ricerche fatte dall’Università di Catania, bevendo quantità moderate di caffè, ci sarebbe una riduzione del rischio del 5% per i disturbi cardiovascolari, ma soprattutto una riduzione del 30% rispetto al diabete di tipo 2 e alle malattie neurodegenerative come il morbo di Parkinson.

Quindi si può bere caffè a volontà?

Il caffè fa innegabilmente bene, ma bisogna sempre fare attenzione a non esagerare: è consigliabile infatti restare nei limiti giornalieri, che sono intorno alle 3-4 tazzine, ovvero circa 300 milligrammi di caffeina. Tale limitazione è necessaria per evitare effetti collaterali come iperattività, sovra-eccitazione, insonnia e persino problemi di digestione. Per dosare le quantità di caffè potrebbero essere utili le cialde pre-dosate, ma bisogna comunque fare attenzione alle diverse miscele di caffè (l’arabica ad esempio ha circa la metà della caffeina contenuta nella robusta) per non sforare con i dosaggi.

 

GLOSSARIO

INTERROGATIVO: domanda

VERDETTO: responso, verità

LECITI: giusto, aduguato

ABBASSEREBBE: diminuirebbe, renderebbe più basso

NEURODEGENERATIVE: malattie del sistema nervoso che portano alla morte cellulare dei neuroni

INNEGABILMENTE: senza dubbio

CIALDE PRE-DOSATE: filtri o bustine contenenti una quantità precisa di caffè

 

DOMANDE

1. Pensate che il caffè faccia bene alla salute (così come dice l’articolo)? Perchè?

2. Quanti caffè al giorno bevete?

3. Sentite degli effetti positivi o negativi quando bevete il caffè?

4. Che tipo di caffè consumate? (Espresso, Long Black, Macchiato etc)

5. Cosa usate per preparare il caffè a casa? Avete una caffettiera (moka) o una macchina da caffè?

6. Fate bere il caffè ai bambini? Qual è l’età giusta per iniziare a bere il caffè?

7. Qual è la vostra bevanda non alcolica preferita? Perchè?

8. Qual è la vostra ricetta per vivere bene e a lungo?

9. Secondo voi, vivere in campagna a contatto con la natura, aiuta a vivere meglio e rilassarsi?

10. Preferite vivere in città o in campagna? Perchè?

.