Insulti ai cronisti, Il Presidente Mattarella: “Libertà di stampa ha grande valore”

[download]

A seguito dei numerosi insulti contro la stampa italiana dal Movimento 5Stelle (oggi a capo del Governo Italiano insieme alla Lega) – dopo la sentenza di assoluzione della sindaca di Roma, Virginia Raggi – il caso provoca ancora reazioni nel mondo politico, e non solo. «La libertà di stampa ha grande valore » dice il capo dello Stato Sergio Mattarella durante un incontro con un gruppo di studenti al Quirinale. E prova a spiegare qual è il suo atteggiamento nei confronti degli articoli, più o meno graditi che siano. «Al mattino leggo i giornali: notizie e commenti, quelli che condivido e quelli che non condivido e forse questi secondi per me sono ancora più importanti. Perché è importante conoscere il parere degli altri, le loro valutazioni. Quelli che condivido sono interessanti, naturalmente e mi stanno a cuore; ma quelli che non condivido sono per me uno strumento su cui riflettere. E per questo ha un grande valore la libertà di stampa, perché, anche leggere cose che non si condividono, anche se si ritengono sbagliate, consente e aiuta a riflettere».
E nelle stesse ore, sul tema della libertà di stampa, si registra un intervento di entrambi i presidenti delle Camere. Uno dei due, Roberto Fico (Presidente della Camera dei deputati), è oltretutto proprio un esponente dei Cinquestelle: «C’è la Costituzione, la libertà di stampa è tutelata e sarà tutelata fino alla fine, ma negli ultimi trenta anni è mancata una cultura generale dell’indipendenza ed è un tema che va affrontato perchè la stampa influenza la politica e i politici influenzano i giornalisti”, ha detto Fico a margine di un appuntamento a Napoli.  Abbiamo bisogno come Paese di uscire fuori dallo scontro costante da parte di tutti. Bisogna riuscire ad avere un altro tipo di dialogo, e questo vale per tutti gli attori coinvolti».
La presidente del Senato, Elisabetta Alberti Casellati, dice che “il giornalismo parlamentare ha rappresentato nella nostra storia nazionale un pilastro della democrazia liberale“. Parole pronunciate in occasione di un seminario su stampa, comunicazione politica, che si è svolto recentemente in Senato.
Il presidente dell’EuroparlamentoAntonio Tajani, si è detto “fiero di essere giornalista. Senza libera stampa, non esiste democrazia. Ci sono preoccupanti segnali in Europa contro la libertà d’informazione. Il Parlamento europeo respinge ogni minaccia ai giornalisti“.
Giorgio Mulè, deputato di Forza Italia (partito all’opposizione), è intervenuto in Parlamento dicendo: «Affermare che i giornalisti sono “infimi sciacalli, cani da riporto di mafia capitale, inviati speciali del potere costituito, corrotti intellettualmente e moralmente” significa andare contro la Costituzione italiana. Equivale a pronunciare una minaccia che appartiene alla feccia dell’umanità e cioè a mafiosi e camorristi».

GLOSSARIO

SENTENZA DI ASSOLUZIONE: sentenza pronunciata dal giudice penale con cui si esclude la responsabilità dell’imputato
QUIRINALE: è la residenza del Presidente della Repubblica Italiana, si trova a Roma
OLTRETUTTO: inoltre, anche
A MARGINE: a seguito, dopo
PILASTRO: colonna
INFIMI: pessimi, squallidi, miseri
SCIACALLI: persone che sfruttano le sventure altrui. Anche: persone che rubano nelle case o in negozi abbandonati dopo calamità (terremoti, uragani etc)
CANI DA RIPORTO: cani da caccia che riportano al loro padrone le prede

 

DOMANDE

  1. Secondo voi la stampa in Australia è una stampa davvero “libera” o è condizionata – ad esempio – dai partiti politici? Perchè?
  2. In Australia è mai successo che una figura politica di rilievo offendesse i giornalisti così come è successo in Italia? Parlatene insieme
  3. In Italia per diventare giornalista professionista si deve fare un esame che abilita alla professione. Come funziona invece in Australia?
  4. In Italia per i giornalisti esiste un codice deontologico (ad esempio i giornalisti non possono ricevere regali da parte di aziende). In Australia, i giornalisti hanno l’obbligo di seguire delle regole?
  5. Leggete i giornali? Quali? Con quale frequenza?
  6. Quali sono le vostre principali fonti di informazione quotidiana? E quali preferite?
  7. Siete interessati alle notizie politiche del Victoria e dell’Australia in generale? Perchè?
  8. Le notizie di politica e cronaca internazionale vi interessano? Perchè?
  9. Secondo voi, in che modo può esprimersi la democrazia di un Paese?
  10. Che cosa è per voi la democrazia? (provate a darne una definizione personale)