L’ITALIA E IL REDDITO DI CITTADINANZA

[download]

Il governo italiano si è riunito il 17 gennaio 2018 per varare il decreto del reddito di cittadinanza, contenuto nella legge di bilancio 2019. Le misure contenute nel decreto partiranno ufficialmente il prossimo 1 aprile. Il reddito di cittadinanza verrà dato anche agli stranieri residenti in Italia da almeno 10 anni.
La spesa complessiva, prevista nella legge di Bilancio 2019, sarà di circa 7 miliardi per 5 milioni di persone appartenenti a 1.375.000 famiglie. Il 47% dei beneficiari del reddito di cittadinanza sarà al Centro-Nord e il 53% al Sud e isole. Avranno diritto alla misura tutti quelli che si trovano al di sotto della soglia di povertà assoluta.

Che cosa è?

È un assegno che copre fino a 780 euro mensili, in presenza di specifiche caratteristiche. Coloro che hanno un reddito pari a zero hanno diritto all’importo intero, mentre per gli altri rappresenterà un’integrazione al reddito per raggiungere i 780 euro. La quota del reddito di cittadinanza cambia con il numero di componenti del nucleo familiare. Ad esempio in una famiglia con i genitori disoccupati e figli da mantenere il sussidio sale fino a 1.630 euro, per una famiglia con due genitori e un solo figlio la quota è di 1.014 euro.

Chi può richiederlo?

I requisiti per accedere alla misura economica sono rigidi, e anche quelli per mantenerla nel tempo. Per i “furbetti” che chiedono il reddito di cittadinanza senza avere i requisiti, è prevista una pena da uno a sei anni di reclusione.
Per evitare che il reddito di cittadinanza si trasformi in un incentivo alla inoccupazione o al lavoro nero, i disoccupati dovranno iscriversi ai centri per l’impiego, frequentare corsi di qualificazione professionale e non potranno rifiutare tre offerte di lavoro consecutive.
Ecco i principali requisiti: essere maggiorenne, essere disoccupati o inoccupati e avere un reddito di lavoro inferiore alla soglia di povertà in Italia, stabilita dall’ISTAT. E ancora, essere residenti in Italia da almeno 10 anni. Per chi ha una pensione anche questa deve essere al di sotto della soglia di povertà.
Un altro requisito da tenere in considerazione è il reddito familiare, cioè i guadagni della famiglia. Il reddito familiare è fissato in 6mila euro l’anno, più 2.400 euro per ogni membro maggiorenne e 1.200 euro per ogni minorenne, fino a 12.600 euro.

I requisiti per mantenere il reddito di cittadinanza

I disoccupati, per poter conservare il reddito di cittadinanza, dovranno iscriversi a un centro per l’impiego, offrire 8 ore settimanali alla comunità per progetti e lavori socialmente utili, frequentare corsi professionali. Inoltre dovranno accettare le offerte di lavore che arriveranno. Sarà poi obbligatorio ricercare un lavoro per almeno 2 ore al giorno.
Il reddito di cittadinanza sarà erogato per massimo 3 anni a persona.

Come viene erogato?

L’assegno ricevuto non può essere speso in contanti. Si tratta di una social card su cui viene caricato l’importo, che sarà spendibile per via elettronica. La card si può usare attraverso un bancomat o un’app per smartphone. Non è possibile prelevare l’importo in contanti da uno sportello bancario. L’importo si può spendere solo in Italia e non all’estero, “per far crescere l’economia e limitare le spese fuori dall’Italia”, come ha specificato il vicepremier Di Maio.

GLOSSARIO

VARARE: rendere effettivo, esecutivo
DECRETO: legge
REDDITO: guadagno
BILANCIO: budget
ASSEGNO: cheque
SUSSIDIO: aiuto
QUOTA: cifra
REQUISITI: caratteristiche
PENA: punizione
EROGATO: dato (verbo dare)
IMPORTO: somma di denaro
 

DOMANDE

  1. Cosa pensi del “reddito di cittadinanza” in Italia? È una buona idea? Perchè?
  2. In Australia esiste un “reddito di cittadinanza”?
  3.  Il Governo australiano aiuta le persone che hanno perso il lavoro? In che modo?
  4. Avete mai perso un lavoro nella vostra vita? Perchè è successo?
  5. Quali consigli dareste ad un giovane che ha perso il lavoro?
  6. Secondo voi perchè in Italia non ci sono tanti posti di lavoro e i giovani scappano all’estero?
  7. Vi piacerebbe vivere (e lavorare) in Italia? Perchè? Per quanto tempo?
  8. Se poteste tornare indietro nel tempo, quale lavoro vi piacerebbe fare? Perchè?
  9. Seconvo voi, esistono lavori che nei prossimi anni spariranno? Quali? Perchè?
  10. In medicina esistono i robot che fanno le operazioni chirurgiche. Meglio un robot o una persona? Perchè?