CALDO O FREDDO? QUESTO È IL PROBLEMA!

[download]

Mentre a Melbourne è arrivato l’inverno, in Italia si avvicina l’estate e il tempo di usare l’aria condizionata. Non tutti però amano le temperature basse e spesso il termostato diventa un motivo di contesa in ufficio e in famiglia. Un problema che, a quanto pare, non riguarda solamente il comfort e le preferenze individuali. Sentire freddo, infatti, può influenzare negativamente le prestazioni cognitive e quindi anche la produttività lavorativa. A mostrarlo è uno studio condotto in Germania: quando la temperatura è alta le donne avrebbero un rendimento più elevato; al contrario, col caldo sarebbero gli uomini a perdere qualche colpo. Come risolvere il problema? Sembra proprio che bisognerà imparare a venirsi incontro, per dare a tutti la possibilità di lavorare al meglio ed evitare che la temperatura diventi un ulteriore problema tra donne e uomini.

Lo studio su uomini e donne

Già in precedenza diverse ricerche hanno mostrato che le donne generalmente preferiscono un ambiente interno più caldo, anche se finora nessuna indagine aveva studiato il rapporto fra la temperatura e la differenza delle prestazioni cognitive nei due sessi. Oggi i ricercatori hanno voluto svolgere questa prova e per realizzarla hanno coinvolto diversi gruppi di studenti di circa 24 anni, per un totale di più di 500 partecipanti.
I ragazzi sono stati sottoposti a test cognitivi mentre la temperatura dell’aula in cui svolgevano i test cambiava all’interno di una finestra compresa tra i 16°C e 32°C. Per ogni risposta corretta ciascun partecipante otteneva una piccola ricompensa in denaro. La prova comprendeva domande di matematica, domande lessicali e compiti di logica.
Dai risultati è emerso che le studentesse hanno avuto una performance superiore, sia in matematica che nelle domande lessicali, mano a mano che la temperatura aumentava, raggiungendo il massimo intorno ai 32°. Al contrario, gli studenti di sesso maschile hanno mostrato risultati migliori quando la temperatura era più bassa. In generale, però, la differenza nelle prestazioni cognitive è stata più marcata per il sesso femminile, mentre il calo dei risultati fra i volontari di sesso maschile non è risultato molto rilevante.
In ogni caso, la temperatura non ha avuto alcun impatto sulle capacità logiche, né per le donne né per gli uomini. Il dibattito comunque rimane aperto.

Alzare la temperatura

Lo studio tedesco ha quindi dimostrato che il caldo o il freddo non solo possono aumentare o ridurre il comfort dell’ambiente, ma hanno un ruolo anche su alcune abilità cognitive e sui risultati. La battaglia del termostato quindi non è soltanto una questione di sentirsi a proprio agio, ma anche di capacità di produrre.
I dati dello studio suggeriscono che nei luoghi di lavoro le temperature dovrebbero essere tenute più alte rispetto agli standard attuali al fine di aumentare la produttività. Quali standard? In Italia la legge prevede che la temperatura del condizionatore in ufficio non deve mai scendere sotto i 24°C. I datori di lavoro quindi dovrebbero alzare le temperature in ufficio per rendere l’ambiente confortevole per le donne e fare in modo che siano più produttive.

GLOSSARIO

TERMOSTATO: regolatore di temperatura
CONTESA: disputa, controveria, combattimento
PRESTAZIONI COGNITIVE: risultato conseguito in rapporto alle capacità di comprensione
RENDIMENTO: produttività, risultato, performance
PERDERE QUALCHE COLPO: incapacità di avere performance elevate
VENIRSI INCONTRO: trovare un compromesso
RICOMPENSA: premio

DOMANDE

1) Qual è la vostra opinione rispetto alla ricerca tedesca che avete letto?
2) Quando si è a lavoro è bene avere un ambiente confortevole. Descrivete il vostro ambiente ideale sul posto di lavoro.
3) Siete amanti dell’aria condizionata o preferite combattere il caldo con un ventilatore?
4) In estate, quali sono i vostri rimedi contro il caldo? E cosa fate durante la notte quando il caldo è insopportabile?
5) Parliamo invece dell’inverno. Qual è la vostra ricetta magica per contrastare il freddo? Indicate almeno 5 cose che fate per non sentire freddo.
6) Qual è la vostra stagione preferita? Perchè?
7) Stagioni e personalità. “Se io fossi una stagione, sarei….” Descrivete voi stessi paragonandovi ad una delle 4 stagioni.
8) Qual è per voi la migliore stagione per viaggiare, dove e perchè?
9) La vostra migliore vacanza sarebbe in montagna con un camino acceso oppure al mare, ma con l’aria condizionata durante notte? Perchè?
10) Al mare o in montagna, vi piace praticare qualche attività sportiva? Quale? E perchè vi piace?